Borderlands 3

Avventura, tatuaggi e armi...tantissime armi!

Cinque anni di silenzio, un vuoto incolmabile, una calma apparente quasi insopportabile e adesso eccoci qui...Borderlands 3, un crogiolo di armi, brutti ceffi, uno sparatutto “coop” segnato da un’azione frenetica e missioni adrenaliniche. Grazie 2K, ci eravate mancati.

Pandora...home sweet home

Si comincia su Pandora, invasa da tanta di quella bella gente che in confronto gli orchi di Moria sembrano dei modelli di Dolce e Gabbana. Delinquenza e delirio riempiono il pianeta. Beh, allora andiamo via! Si, perchè in Borderlands 3 non saremo relegati al solo pianeta di Pandora ma avremo la possibilità di viaggiare per esempio su Athenas e Promethea. Ci si potrà spostare anche con l’ausilio di veicoli e ognuno di questi pianeti presenta delle peculiarità proprie e, soprattutto, istiga all’esplorazione! Come anticipato da 2K nelle precedenti conference in Marzo, Borderlands 3 presenta una componente Open-World assolutamente da non sottovalutare. Impiegherete davvero molte ore di gioco (se siete dei curiosoni come me) a gironzolare in cerca di casse da distruggere a saccheggi fortuiti, il tutto condito da eccezionali easter-eggs! Il gioco, da poter affrontare in modalità cooperativa ma anche in single, vanta circa 30 ore di missioni. Ci sono tutte le promesse per un viaggio avvincente pieno di pallottole!

Quattro amici al bar

In Borderlands 3 potrete selezionare uno tra quattro personaggi, ognuno con le proprie peculiarità. Ecco a voi i simpaticissimi personaggi offerti dal gioco:

  • Amara - classe Sirena, capace di evocare sei braccia ulteriori per riempire sei volte in più di botte i nemici;

  • Moze - l’abilità che tutti vorremmo avere durante l’ora di punta: far apparire mezzi pesanti armati di tutto punto;

  • Zane - il cacciatore per eccellenza, capace di replicarsi in un ologramma; 

  • FL4K - un androide super combattente e super armato.

Andando avanti col gioco sarà possibile affinare ed aumentare le abilità del nostro personaggio rendendolo sempre più offensivo e potente.

Borderlands 3 presenta una componente Open-World assolutamente da non sottovalutare.

A questi si affiancheranno altri personaggi, già visti nei precedenti episodi della saga, ma non vogliamo togliervi tutto il piacere.

Il Gameplay

Come dicevamo, Borderlands 3 può essere giocato in single mode ma anche in co-op. Personalmente preferisco il “vecchio” stile single player ma è pur vero che se avete un clan o dei buoni amici con cui condividere ore di gioco, allora la modalità cooperativa da davvero il meglio di se. Sfruttando un sistema di ping dinamico, come quello visto in Apex Legends, Borderlands 3 offre anche l’opportunità di condividere tra i membri del party gli equipaggiamenti che riteniamo meno opportuni per il nostro personaggio in modo da bilanciare la squadra. Chiaramente quindi ogni armamento ha le proprie caratteristiche, ma qui immagino non vi diciamo nulla di nuovo. Per esempio le armi Vladof non hanno bisogno di essere ricaricate ma si surriscaldano se utilizzate di continuo. Insomma, meccaniche che conosciamo benissimo.

Come dicevamo, il gioco offre più di 30 ore di puro divertimento. Come sapete già, Borderlands 3 è pieno di umorismo, la giusta violenza e una dose di azione inaudita. Alle missioni principali poi, si affiancano le missioni secondarie che spesso sono veramente divertentissime (non voglio anticiparvi nulla, ma sappiate che riderete per ore!) e che vi permetteranno di guadagnare equipaggiamenti extra.

Le ultime considerazioni

A differenza di giochi come Destiny oppure Anthem, fortunatamente Borderlands 3 rispetta il vecchio canone dell’off-line, nel senso che i dati di gioco vengano salvati in locale.
Un altro gran punto a favore è quello dato dalla componente grafica. Lo stile è ormai diventato iconico, ma qui maggiormente elaborato e visivamente divino. Le animazioni poi aggiungono il vero divertimento al gameplay, e gli effetti sonori sono a dir poco perfetti! C’è da dire anche che una volta terminato, il gioco ovviamente non finisce lì. Potrà essere rigiocato con difficoltà incrementata e nuove abilità (come quella di raddoppiare i proiettili sparati) e nuove ricompense. Come direbbe qualcuno, possiamo definire Borderlands 3 come "Il miglior Borderlands di sempre".

VOTO
8.00
GIUDIZIO

Borderlands 3 introduce un gameplay molto più avvincente rispetto ai precedenti capitoli ed un roster davvero interessante. La grafica e tutto il comparto tecnico in genere sono veramente eccezionali. Se amate poi il gioco in co-op allora non potrete assolutamente fare a meno di giocarlo. Armi a palate, quintali di proiettili...Borderlands 3 è sicuramente una tappa obbligatoria per il vero gamer!